Diet industry: la fabbrica delle bugie

L’industria della dieta costituisce il ricchissimo mercato che si occupa della produzione di strumenti, strategie, programmi e mezzi (più o meno leciti) per perdere peso, indipendentemente dal rapporto costi-benefici per la salute delle persone. Si tratta di un mercato in espansione, che non conosce crisi, alimentato da uno stile di vita che costringe o incentiva la sedentarietà e da un’industria alimentare che propone prodotti di scarsa qualità nutrizionale a basso costo.

img-prova-costume-1

 

I programmi per la perdita di peso sono spesso promossi attraverso messaggi stereotipati ed ingannevoli, dando l’impressione che sia possibile raggiungere il massimo risultato con il minimo sforzo: evitando certi alimenti (come per es. dolci e carboidrati) o mangiandone di specifici (in genere dai nomi esotici); acquistando sostanze miracolose (integratori, farmaci,creme) o semplicemente utilizzando apparecchi di vario genere che generalmente implicano movimenti passivi (come elettrostimolatori o indumenti per dimagrire).
somatoline-spray-use-e-goelettrostimolatore-aiuta-in-tutto

La diffusione delle diete e dei prodotti dimagranti è fortemente  implicata nello sviluppo del disprezzo sociale nei confronti delle persone con obesità e, contemporaneamente, contribuisce all’aumento dei disturbi dell’alimentazione poiché diffonde ed enfatizza l’idea che le persone con peso in eccesso siano pigre, deboli, golose e non attraenti e che solo attraverso la perdita di peso sia possibile avere successo ed essere felici.

cicciottelle

Sebbene questi messaggi siano fuorvianti moltissime persone ogni anno cercano di perdere peso seguendo una delle tante diete presenti sul mercato, senza alcun tipo di validità scientifica, ma dagli effetti disastrosi sul piano della salute e del benessere psico-fisico.

L’assunzione di rigide regole dietetiche sembra inoltre contribuire allo sviluppo di disturbi alimentari come anoressia e bulimia, costituendo un vero e proprio fattore di rischio per l’insorgenza di questo tipo di problematiche.

Per riuscire a perdere peso è sconsigliato il “fai da te”. L’aiuto professionale, di tipo psicologico, è particolarmente indicato a chi non riesce ad instaurare un rapporto equilibrato con il cibo, è insoddisfatto del proprio corpo e vorrebbe perdere peso.

L’aiuto psicologico, può affiancare il lavoro sul piano nutrizionale, costituendo un valido supporto nel percorso di conquista di nuove abitudini alimentari e di uno stile di vita salutare.

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...