Le calorie non contano

Molte persone sono ancora convinte che il proprio peso sia determinato dal numero di  calorie assunte con il cibo. Il fatto che sulle confezioni dei prodotti sia sempre indicato il valore energetico dell’alimento e, a volte, anche il numero di ore di attività fisica necessarie a consumarlo, contribuisce a rafforzare la credenza che siano le calorie a farci ingrassare.

Nonostante la maggior parte delle persone continui a considerare i cibi sulla base del contenuto calorico,  è ormai risaputo che le calorie in realtà  non contano e costituiscono un’informazione inutile e spesso fuorviante per chi desidera rimettersi in forma.

Il nostro organismo non riconosce le calorie contenute nel cibo, per questo i maggiori esperti nel campo della nutrizione stanno rivedendo le proprie teorie a riguardo.

A parità di apporto calorico in realtà è la composizione nutrizionale dell’alimento che fa davvero la differenza. Basta mettere a confronto un piatto di pasta al pomodoro con un’insalatona: il contenuto calorico può essere lo stesso ma gli effetti sull’organismo sono completamente diversi!

1 kcal non è mai uguale a 1 kcal

Chi si ostina a voler conoscere le calorie contenute in ogni piatto non solo si sta rovinando la vita, ma sta anche utilizzando uno strumento retrogrado per cercare di dimagrire. Fare il calcolo delle calorie equivale pertanto ad utilizzare un sistema ormai superato ed inefficace.

Le prove a favore dell’inefficacia del conteggio delle calorie sono numerose, basti pensare che:

  • due persone diverse possono introdurre lo stesso numero di calorie al giorno, ma ciò che fa la differenza in termini di perdita o aumento di peso sono il tipo di alimenti che compongono la loro dieta: 2000 kcal provenienti da cibi sani (come frutta, verdura, cereali integrali) non equivalgono a 2000 kcal derivanti da cibo spazzatura (come patatine, snacks, tramezzini)
  • ad un aumento delle calorie ingerite non sempre corrisponde un aumento di peso o  di massa grassa. Come dimostra questo interessante studio pubblicato da  JAMA, a volte è vero il contrario: per dimagrire è necessario innalzare il proprio apporto calorico
  • il corpo riceve un segnale diverso dal cibo a seconda del momento della giornata in cui ci troviamo: una fetta di torta al cioccolato mangiata al mattino ha un effetto completamente diverso se viene mangiata il pomeriggio o la sera. Le calorie sono le stesse ma è come se si trattasse di due alimenti diversi dal punto di vista degli effetti metabolici
  • a parità di calorie siamo noi a fare la differenza con il nostro stile di vita: gli effetti del cibo sul nostro corpo sono completamente differenti se pratichiamo un’attività sportiva con regolarità o non ci muoviamo affatto. Chi fa movimento si trova in una condizione metabolica più favorevole rispetto a chi è sedentario.

 

Se le calorie non esistono, smetti di contarle

 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...