Oltre la “scatola nera”

Meglio una spiegazione falsa che nessuna spiegazione (Nietzche)

In questi giorni l’opinione pubblica si sta interrogando sulle possibili ragioni che avrebbero condotto il co-pilota della Germanwings a provocare volontariamente un tragico incidente che ha causato la morte di 150 passeggeri. Nelle ore successive alla tragedia si è scoperto che il giovane, ritenuto perfettamente idoneo a pilotare un aereo, stesse in realtà soffrendo da qualche tempo di alcuni sintomi riconducibili a un disturbo depressivo. La presenza di un certificato che ne attesta la diagnosi ha consentito di confermare l’ipotesi di suicidio.

Ogni uomo è uno scienziato che ha l’obiettivo di prevedere e controllare gli eventi (G. Kelly)

 Ogni uomo può essere definito uno scienziato che attribuisce significato alla realtà che lo circonda, la categorizza e la ordina; costruendo attivamente le proprie conoscenze su cui orienta le azioni.

Di fronte alla complessità del mondo in cui sono immersi, gli individui adottano scorciatoie di pensiero per giungere più velocemente alla formulazione di opinioni. La categorizzazione di eventi e informazioni rappresenta un’efficace strategia per economizzare le proprie risorse mentali, basando l’ordinamento della realtà su criteri di somiglianza e differenza. Il processo di categorizzazione è molto comune nella vita quotidiana ed è particolarmente efficace quando le informazioni a disposizione sono insufficienti o confuse e c’è la necessità di far subito chiarezza. Il bisogno di trovare una spiegazione ci costringe a scambiare per vere informazioni che sono solo il frutto della nostra interpretazione; dandoci l’illusione che il nostro punto di vista corrisponda perfettamente alla realtà che tentiamo di conoscere e di controllare. Questo il più delle volte ci è utile per prevedere il comportamento delle persone con cui entriamo in relazione, ma non costituisce un meccanismo infallibile. Gli errori di valutazione sono sempre dietro l’angolo e ci sentiamo spiazzati quando le nostre aspettative di partenza vengono smentite o ci accorgiamo che il comportamento degli altri non è così facilmente prevedibile ed inquadrabile. Siamo continuamente portati a formulare giudizi impliciti sui comportamenti altrui basandoci su caratteristiche interne di personalità, scambiando per vere le nostre supposizioni. Facciamo fatica a guardare al di là delle certezze che ci illudiamo di avere.

I test psicologici avrebbero potuto prevedere il comportamento del pilota?

 Assumere un atteggiamento scientifico verso lo studio della realtà non ma vai confuso con il concetto di infallibilità o di verità (tratto dal Dizionario internazionale di Psicoterapia)

Se l’uomo della strada è portato a commettere frequentemente degli errori di valutazione, nemmeno l’esperto può considerarsi infallibile. Il metodo scientifico si dimostra molto più adeguato per lo studio di semplici fenomeni naturali, piuttosto che per la comprensione di complessi fenomeni di cui si occupa la psicologia clinica.

Secondo il parere di diversi esperti, la distinzione tra “normalità” e “patologia”, tipica del modello psichiatrico e della psicologia tradizionale, costituisce la prova più evidente della difficoltà che ogni uomo sperimenta nel cercare di comprendere e di prevedere il comportamento dei propri simili.

Nessuno potrebbe sostenere che aver provocato un così tragico incidente  possa considerarsi  “normale”; ma tale definizione parte dal presupposto che sia possibile distinguere i “sani” dai “folli”, come se si potesse inserirli in due categorie ben distinte e distinguibili.

Se la classificazione in categorie può essere utile nello studio di fenomeni appartenenti al mondo fisico, si rivela del tutto controproducente quando è applicata allo studio dell’uomo. Il riferimento a criteri oggettivi di categorizzazione diagnostica dei disturbi mentali possono rendere ciechi coloro che ne fanno uso in modo esclusivo e inappropriato.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...